14 luglio 1920

Un grave incendio divampa ai piani superiori del Grand Hotel di Rimini, distruggendo le due cupole decorative (ornamentali) che impreziosiscono il tetto. Eseguite le riparazioni, l’hotel sarà riaperto al pubblico, ma le cupole non saranno più ricollocate.

Rimini: Piazza Tre Martiri

  PIAZZA TRE MARTIRI     La Piazza Tre Martiri viene chiamata così per un tremendo episodio avvenuto durante l’ultima guerra: il 16 agosto 1944 tre giovani partigiani riminesi vennero uccisi dai tedeschi. Una lapide ancora oggi testimonia il fatto. Un tempo veniva chiamata Piazza Grande o Piazza Sant’Antonio e in seguito Piazza Giulio Cesare.   Ai tempi dei romani … Continua a leggere

Rimini: piazza Cavour

Anticamente chiamata piazza del Comune o della fontana. Nel Medio Evo qui era il centro della vita cittadina. Oggi però non rispecchia più la conformazione medievale, anche se conserva ancora l’antica fontana pubblica attorno alla quale si svolgeva il mercato del pesce e della verdura. Da un lato si affacciano sulla piazza negozi e caffè, dall’altro si allineano i palazzi … Continua a leggere

Rimini: Porta Montanara

  L’arco a tutto sesto, in blocchi di arenaria, costituiva una delle due aperture della porta che consentiva l’accesso alla città per chi proveniva dai colli lungo la via aretina, percorrendo la valle del Marecchia. Il doppio fornice agevolava la viabilità, incanalando in passaggi paralleli, il percorso in uscita da Ariminum, attraverso il cardo massimo, e quello in entrata. Indagini … Continua a leggere